Logo aams
Ciclismo - giovedì 3 maggio 2012

Sabato al via il Giro d’Italia 2012: tappa di partenza in Danimarca

Sabato al via il Giro d'Italia 2012: tappa di partenza in Danimarca

Sabato 5 maggio comincerà la 95esima edizione della Giro d’Italia, che culminerà ufficialmente il 27 maggio, come di consueto con la Cronometro individuale di Milano, e per la decima volta nella sua storia prenderà il via fuori dai confini dello Stivale: la Corsa Rosa, che sarà si dislocherà lungo un percorso di 3476,4 km, partirà da Herning (località danese della Region Midtjylland) con una breve crono di 8,7 km. La seconda e la terza tappa si svolgeranno sempre intorno allo stupendo panorama danese, la seconda sempre ad Herning (tappa di 206 km) quella successiva invece ad Horsens (da 190 km), comune di nascita del difensore giallorosso Simon Kjær.

Ritirata la maglia 108 di Weylandt

Sono 198 i corridori iscritti alla gara e l’italiano Michele Scarponi, l’Aquila di Filottrano, partirà con numero 1 essendo il campione in carica del giro, dopo la squalifica di Contador per doping (positivo al clenbuterolo), la maglia 108 invece non è stata assegnata per onorare la memoria di Wouter Weylandt, il giovane velocista belga della Leopard-Trek morto nella discesa del Passo del Bocco: intoccato il colore rosa, destinato al primo in graduatoria, non quello azzurro che invece verrà sostituito dal verde per indicare il migliore delle tappe di montagna, la bianca andrà al miglior giovane mentre la rossa sarà per il vincitore della classifica a punti.

Tornando al percorso, dopo le tre tappe scandinave ed il giorno di riposo dell’8 maggio, sempre in Danimarca, il Giro sbarca in Italia il 9 maggio a Verona con la cronometro a squadra di 32,2 km nella quarta tappa: la parte clou di montagna, quella che da sempre appassiona di più, comincerà nella 14esima tappa da Cherasco e Cervinia, lunga 206 km, a cui si dovranno aggiungere i 169km della 15esima tappa la Busto Arsizio-Lecco di domenica 20 maggio: l’ultima invece sarà quella del Caldes-Passo dello Stalvio (219 km dal Trentino alla Lombardia per finire al Stilfser Joch altitudine di 2758 metri).

Sono ventiudue i team conivolti, solo tre di essi sono italiani (Androni Giocattoli-Venezuela, Lampre-ISD e Liquigas-Cannondale): al momento i bookmakers danno per per vincitore Michele Scarponi, il campione in carica che corre per il team Lampre-ISD, il cui secondo successo nella Corsa Rosa è pagato 3,50 mentre Ivan Basso della Liquigas, in dubbio fino all’ultimo dopo aver partecipato al Giro di Romandia, è quotato a 5,00.

Su commento...