Logo aams

Consigli ippica

Ippica consigli e sistemi

Consigli scommesse ippiche – i consigli da seguire per lanciarti nelle scommesse ippiche

Il gioco Semplice ideale per esordire

Il gioco Semplice è senza dubbio il gioco più indicato per esordire nel mondo delle scommesse ippiche. Questo gioco consiste nel pronosticare un cavallo o vincente o piazzato. Nel primo caso il cavallo deve imporsi affinché la scommessa sia vincente. Nel secondo il cavallo deve classificarsi in uno dei primi tre posti se la corsa comporta un minimo di otto corridori o nei primi due posti se almeno sette cavalli partecipano alla corsa. Questo tipo di scommessa permette ai principianti di familiarizzarsi con i diversi parametri (terreno, fantino, allenatore..) con un rischio limitato. Infatti la scommessa semplice è quella che comporta meno rischi.

Scopri le scommesse sull'Ippica con Eurobet ippica

Datti all'ippica con le
migliori quote disponibili online

eurobet-ippica

Leggere i giornali

Leggere i giornali specializzati permette allo scommettitore principiante di conoscere gli uomini in forma (allenatori, fantini, proprietari). Ciò permette anche di conoscere meglio il mondo delle corse ed essere così meglio attrezzati per leggere correttamente i programmi...

Come interpretare le prestazioni ?

Le prestazioni del cavallo sono chiamate nel gergo ippico « Musica ». Una bella musica si distingue dalle altre dalla frequenza delle buone prestazioni. Esempio : 1p3p2p1p. Ricorda che le prestazioni si leggono da destra a sinistra. Se il numero indica logicamente il piazzamento del cavallo, questo è spesso preceduto da una lettera : « p » per le corse in piano, « s» per le corse a siepi, « sc » per le corse steeple-chase (ostacoli diversi), « tp » per le corse di trotto per pariglie, « tm » per le corse di trotto montato.

L'importanza dei numeri alla corda e l'ultimo autostart

Come nell'atletica il percorso più breve si situa alla corda. Occorre sapere che i cavalli che possiedono un numero di corda basso hanno un vantaggio non trascurabile sui loro avversari. Quest'ultimi sono stati più sfortunati nel sorteggio il quale indica da quale box di partenza si lancerà il cavallo. Se spesso nel trotto il piazzamento di partenza è libero (partenza volteggiata) le cose cambiano quando il via è dato tramite l'autostart. In questo caso i cavalli si piazzano in linea dietro una macchina che accelera progressivamente fino a lasciare liberi i cavalli. I posti dietro l'autostart sono sorteggiati e i numeri bassi hanno un vero vantaggio rispetto a quelli alti e un vantaggio in più rispetto ai cavalli che partono su una seconda linea.

I rendimenti di distanza

Nel trotto, per equilibrare le opportunità di vittoria di ogni cavallo, può succedere che alcuni cavalli partano con 25 o 50 metri di handicap. In alcuni ippodromi il rendimento di distanza è complicato se non addirittura impossibile (Graignes) mentre in altri è più facile (Vincennes).

Gli handicap

In piano come nelle corse ad ostacoli esistono degli « handicap ». In questo tipo di corse, spesso a supporto della Quinté Più, è attribuito ad ogni cavallo un peso per livellare i valori.